BORSE MARE: quali e come sceglierle? I miei 6 modelli preferiti.

BORSE MARE: quali e come sceglierle? I miei 6 modelli preferiti.

Come scelgo la borsa per il mare? Ecco i modelli più pratici, belli e funzionali da portare in spiaggia.

Oggi ho deciso di aprire una nuova rubrica dedicata all’outfit per il mare dove ogni settimana parleremo di un capo da spiaggia, dei modelli esistenti e di quali scegliere.

Ogni anno destino una buona parte del mio “budget estivo” ad un capo per il mare; l’anno scorso è stato l’anno dei copricostume, due anni fa quello delle infradito, quest’anno invece devo assolutamente cambiare la borsa poiché una l’ho dimenticata a casa dei miei, l’altra ha ormai una certa età ed è tutta scolorita dal sole.

Prima di cominciare ti chiedo di seguirmi sulle mie pagine InstagramPinterest e Facebook!

Iniziamo!

BORSE MARE: quali e come sceglierle? I miei 6 modelli preferiti.
Img via Pinterest

Partiamo da una considerazione: tra le tante, voglio prendere in esame 3 tipologie di borse per il mare, quelle di PAGLIA, quelle di TELA, quelle di VINILE.

BORSE DI PAGLIA

BORSE MARE: quali e come sceglierle? I miei 6 modelli preferiti.
Img via Pinterest

Alle BORSE DI PAGLIA ho già dedicato un articolo intero – I 7 modelli di borse in materiali naturali più belle dell’estate 2019 + consigli per gli acquisti. – quindi puoi andare a spulciare nel dettaglio questa tipologia.

Il materiale di queste borse può rivelarsi un enorme pregio ma anche un enorme difetto: SI PULISCE MOLTO BENE dalla sabbia rispetto alle altre poiché, essendo a trama molto larga, riesce a cadere facilmente semplicemente percuotendola con la mano, allo stesso tempo LASCIA PASSARE L’ARIA permettendo a eventuali tessuti bagnati al suo interno di non stagnare, e quindi di asciugarsi un po’ evitando i cattivi odori; il difetto, però, è che IL MATERIALE SI DETERIORA PIÙ FACILMENTE E RISCHIA DI DANNEGGIARE ALTRI TESSUTI CHE ENTRANO IN CONTATTO.

BORSE DI TESSUTO

BORSE MARE: quali e come sceglierle? I miei 6 modelli preferiti.
Img via Pinterest

Le borse in tessuto, che sia tela, iuta o lino, sono le mie preferite per due motivi: quando si sporcano le lanci in lavatrice o le lasci in ammollo e vengono come nuove e perché sono le più pratiche e leggere.
Ce ne sono di diversi tessuti, più o meno materici che danno loro un aspetto semplice ma chic… Però, attenzione: a passare da chic a schock si fa prestissimo! Le borse in tessuto, infatti, se non sono strutturate con cuciture che danno un po’ di rigidità, rischiano di diventare delle sacche molli senza forma che danno un’aria dimessa anche al più elegante dei tipi da spiaggia.

BORSE IN VINILE

BORSE MARE: quali e come sceglierle? I miei 6 modelli preferiti.
Img via Pinterest

Le borse in vinile (per intenderci, quelle di plastica trasparente) sono indubbiamente le più pop, giovani e comode.
Due difetti e due pregi: trovi tutto quello che cerchi al loro interno e si lavano facilmente con una pezza ma la plastica si opacizza subito e molto facilmente e col caldo fanno effetto bende anti cellulite sulla pelle – senza contare che sono di plastica, quindi se sei attenta all’ambiente come me, punterei su qualcosa di più eco.

Sinceramente sono quelle che mi piacciono di meno forse perché detesto gli schizzetti d’acqua sulle superfici che dovrebbero essere lisce e lucide ma a mio avviso sono le più allegre e poi, vuoi mettere la felicità di non dover cercare la roba in borsa per mezz’ora?

LE MIE BORSE PREFERITE ON LINE

BORSE DI PAGLIA

BORSE DI TESSUTO

BORSE TRASPARENTI IN PVC

Spero che questo articolo ti sia piaciuto, se ti va lascia un commento e raccontami qual è la tua tipologia ideale di borsa mare.


Non perderti il prossimo articolo su “Come scegliere le infradito“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *