Come scegliere il costume giusto in base al tuo corpo.

Scegliere il costume giusto per la tua fisicità è un’impresa? Non se segui le tre tipologie di figura!

Arriva l’estate e arriva l’articolone: COME SCEGLIERE IL COSTUME GIUSTO!
Baby, non avvilirti: scegliere il costume adatto alla tua fisicità è risaputo essere una della imprese più ardue che puoi intraprendere quindi, rimboccati le maniche e comincia a prendere appunti su: Che forma scegliere? Intero o due pezzi? Quale fantasia? E le mille altre domande che ti verranno in mente in questa prima tornata di shopping estivo; adesso segna tutto e, se una volta finito di leggere questo articolo ancora non hai la tua risposta, scrivimi pure nei commenti per un consiglio ad hoc!

Per cominciare ti invito a dare un’occhiata ai super mega SALDONI ASOS e a seguirmi su Instagram e Pinterest per non perderti tutte le immagini che salvo giornalmente nelle mie cartelle!

ATTENZIONE: I LINK POSTATI RIGUARDANO SPESSO SOLO IL REGGISENO O LO SLIP, E QUINDI A VOLTE L’ALTRA PEZZO VA AGGIUNTO SUCCESSIVAMENTE (in questo modo se hai taglie differenti puoi acquistarli singolarmente).

Ce ne hanno dette di tutti i colori e in tutte le salse e le tips sono grossomodo sempre le stesse ma proviamo a ridurre il problema e focalizzare l’attenzione su ognuna delle seguenti tipologie:

TIPO A: TRIANGOLO ROVESCIATO

Se la tua parte più massiccia è quella superiore – se hai molto seno o le spalle larghe o entrambi – fai parte della tipologia A; è quella di cui facevo parte anch’io una manciata di anni fa e so che il problema maggiore è sentirsi poco femminili (specie quando hai delle braccia da nuotatrice e i fianchi più stretti delle tue compagne di scuola) o troppo femminili (quando per trovare il reggiseno giusto devi iscriverti ad un corso accelerato di “Ma come ti vestiiiiii???”).
La soluzione non è, come pensavo a quattordici anni, andare al mare con la T-shirt per poi sfoggiare una meravigliosa abbronzatura da muratore, no!  Quello che ti serve – SEMPRE – è bilanciare la figura… come? Allarga i fianchi e restringi il busto. Eh, mò è arrivato il genio! Sì, ok, sembra una minchiata ma è la vera verità: la parte superiore, in caso di seno abbondante va accompagnata con un reggiseno morbido con scollo a V, in caso di spalle larghe evitando fasce (quelle lasciamole alla Pellegrini) e scolli all’americana.

Quindi:
SPALLE LARGHE – TIPO A1
ASSOCIAZIONE VISIVA: Figura mascolina
RISOLUZIONE PROBLEMA: MAI orizzontalità

SENO ABBONDANTE – TIPO A2
ASSOCIAZIONE VISIVA: Effetto “mamma”
RISOLUZIONE PROBLEMA: Disorienta con la fantasia e sostieni

I modelli in basso sono perfetti se il tuo tipo è il TIPO A1 – SPALLE LARGHE.

Altri link:

ERRORI DA NON COMMETTERE SE SEI TIPO A1: No a costumi olimpionici/sportivi, no a fasce o peggio righe orizzontali.

I modelli in basso sono adatti se il tuo tipo è il TIPO A2 – SENO ABBONDANTE.

Altri link:

ERRORI DA NON COMMETTERE SE SEI TIPO A2: Meglio evitare i costumi interi specialmente se senza coppe, no a triangoli striminziti con i laccetti sottili sulla parte superiore: oltre a non sostenere bene ti farebbero sembrare ancora più giunonica.

TIPO B: QUADRATO

La tipologia B, specie la B1, è forse la meno diffusa ma non per questo non voglio tralasciarla perché, anche questa mi sta molto a cuore.
Devo ammettere, infatti, che dopo anni di adolescenza passati nella tipologia di donna A mi ritrovo nella B senza neanche passare per il via.
Questo tipo di fisicità ha spalle, seno e fianchi abbastanza regolari ma presenta un punto vita non particolarmente accentuato e, a volte, accompagnato da una fastidiosa panzetta di cui non riusciamo a liberarci; che sia un post-gravidanza o semplice conformazione fisica (io adesso mi definisco un simpatico bastoncino di liquirizia somigliante a un tredicenne non ancora diventato uomo – infinita gioia!) quello che ti serve è una bella sferzata di femminilità che ci faccia acquisire quel po’ di forme nei punti giusti.

Problema del quadrato:
ZERO PUNTO VITA – TIPO B1
ASSOCIAZIONE VISIVA: Figura da ragazzina acerba ancora senza forme
RISOLUZIONE PROBLEMA: Allarga seno e fianchi

ADDOME PRONUNCIATO – TIPO B2
ASSOCIAZIONE VISIVA: Dobbiamo davvero spiegare?
RISOLUZIONE PROBLEMA: Nascondi la parte con astuzia

Anche qui pare di aver fatto la scoperta dell’acqua calda ma, in realtà, la questione è molto più semplice di quanto non sembri: se ti piacciono i costumi interni opta per un modello destrutturato sulla vita e a forma di clessidra, su vite basse e su fasce, magari con volant e fiocchi, che allargano fianchi e decolleté.
Se il nocciolo del problema è invece la pancetta, opta per uno slip alto, magari in stile retro anni ’50 che va tanto di moda, che nasconde e contiene.

Ecco i modelli che vanno bene se il tuo tipo è il TIPO B1 – POCO PUNTO VITA.

Altri link:

ERRORI DA NON COMMETTERE SE SEI TIPO B1: No a costumi olimpionici/sportivi, monocromo e senza volumi (es.: fascia e slip senza alcun tipo di dettaglio in rilievo).


Ecco i modelli che vanno bene se il tuo tipo è il TIPO B2 – ADDOME PRONUNCIATO.

Altri link:

ERRORI DA NON COMMETTERE SE SEI TIPO B2: No a vita bass e slip con laccetti che rischiano di fare effetto insaccato.

TIPO C: TRIANGOLO A PUNTA IN SU

La terza tipologia è la più diffusa, la donna mediterranea tendenzialmente “a pera” dai fianchi larghi e il torso meno importante.
Qui, ovviamente, è da evitare la vita bassa che schiaccia, gli slip troppo accollati che evidenzierebbero troppo il lato B e fantasie troppo vistose per i pezzo di sotto. Per il reggiseno non ci sono troppe restrizioni, cerca, però, di evitare l’effetto squilibrio – parte alta striminzita e parte bassa troppo coperta – per non sortire l’effetto contrario.

Problema del triangolo a punta in su:
FIANCHI LARGHI E/O SEDERE PRONUNCIATO (qualora per qualcuna potrebbe essere un problema!)
ASSOCIAZIONE VISIVA: Figura poco slanciata
RISOLUZIONE PROBLEMA: Slip sgambato (MA SENZA ESAGERARE!) e monocromo o punta su una scollatura profonda per distogliere l’attenzione e allungare la figura.

Ecco le tipologie di costumi che vanno meglio se sei un TIPO C – TRIANGOLO A PUNTA IN SU.

Altri link:

ERRORI DA NON COMMETTERE SE SEI TIPO C: Bandite vite basse, costumi a pantaloncino (quelli, in realtà, non donano a nessuna) e dettagli che danno volume allo slip: devi togliere non aggiungere.

So che alcune di voi hanno dei problemi collaterali che non rientrano nelle tre categorie, quindi ho inserito altri quattro punti con relativi suggerimenti:

  • GAMBE CORTE: NO alla vita bassa, SÌ agli sgambati. (VEDI SGAMBATI PROPOSTI A TIPO C)
  • ROTOLINI SUI FIANCHI: NO a slip con laccetti troppo sottili, meglio se regolabili in base alla tua circonferenza, SÌ a mutandine coulotte contenitive in stile anni ’50. (CERCA SLIP A VITA ALTA PROPOSTI ANCHE A TIPO B2)
  • SEDERE PIATTO: NO al monocromo, SÌ a rouches sullo slip e a fantasie grandi. (CERCA SLIP CON VOLANT)
  • POCO SENO: NO a fasce lisce e monocromatiche, SÌ a rouches sul reggiseno. (CERCA REGGISENI CON VOLANT)

Ci vediamo tra una manciata di giorni e, se il mio articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi qui su lanoisettegrise.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *