Errori di stile

ERRORI DI STILE che non commetto più. #2 PUNTATA

LE CADUTE DI STILE PIÙ COMUNI: QUALI SONO E COME EVITARLE? Altri 2 errori che ho commesso in passato e che rovinavano i miei outfit.

Torniamo agli errori di stile che spesso commettiamo senza neanche rendercene conto e oggi voglio concentrarmi su fantasie e colori.
Sì, perché è importante scegliere misura, taglio e vestibilità ma ci pensiamo mai a colori e fantasie?
Ora, lasciando perdere armocromia e altre fresche che andrebbero trattate in un capitolo a parte, analizziamo altri due grossi dettagli che possono farci commettere degli enormi scivoloni MA PRIMA se ti va seguimi su InstagramPinterest e Facebook e continua a leggere e commentare il mio blog!

Iniziamo!

#1 MIX DI FANTASIE

Questo è un errore che, in tutta onestà, vedo poco in giro (per fortuna) ma che potrebbe capitare di commettere se non si padroneggia l’antica arte del saper abbinare le stampe LIKE A PRO. Chiaramente sto parlando di mettere insieme disegni diversi nello stesso outfit: righe con fiori, pois con damaschi, quadri con paisley… che te lo dico a fare? Saper accostare sapientemente fantasie diverse è il compito più arduo che si possa portare a termine, ecco perché saggiamente la maggior parte di noi opta per FANTASIA + MONOCROMO.

LIVELLO PRINCIPIANTE:

Partiamo da questo: se non siamo è convinti di saper gestire la stampa di un capo non indossiamo alti capi stampati, piuttosto abbiniamoci qualcosa di uno dei colori contenuti all’interno di quel disegno. Esempio pratico: se voglio indossare un vestito a fiori verde acqua e arancio, sceglierò un giubbino verde acqua o arancio; in questo modo non solo non rischierò di fare pasticci di colore ma valorizzerò anche il capo fantasia mettendone in risalto la stampa stessa.

Img via Pinterest

LIVELLO INTERMEDIO:

Se hai superato a pieni voti il primo step e vuoi avventurarti in qualcosa di più stimolante, questa fase intermedia fa al caso tuo: scegli fantasie simili per tipo, di diversa grandezza ma che abbiano gli stessi colori; ad esempio MAXI POLKA DOTS BIANCHI SU FONDO NERO + MICRO POIS NERI SU FONDO BIANCO, oppure FASCE ROSSE E BLU + MICRO RIGHE ROSSE E BLU.

Img via Pinterest

Attenzione, però, ai volumi: il maxi tende a rimpicciolire la figura se si è minute e il micro sparisce se più in carne; ma di questo parleremo qualche punto più giù.

LIVELLO ESPERTO:

Passato il livello precedente vuoi provare il brivido della combo? Bene, allora scegli fantasie diverse ma che contengano gli stessi colori: MAXI PULL A FIORONI ROSSI CIPRIA E NERI CON LEGGINGS A MICRO RIGHE ROSSE CIPRIA E NERE, BLUSA BROCCATA GRIGIO E ORO + CUISSARDES GRIGI CON DETTAGLI ORO.

Img via Pinterest

ATTENZIONISSIMA!!!
Mai come in questo caso i colori dei diversi capi DEVONO IMPRESCINDIBILMENTE essere IDENTICI. Non fare che il cipria del maxi pull diventa rosa maiale dei leggings o che il giallo limone del blazer diventa ocra del top altrimenti, come diceva mia nonna, sembri Maria a Ciaciola, e questo non va bene.

#2 TROPPI COLORI INSIEME

Ça va sans dire, il troppo è trippa (sempre come diceva la mia nonna) anche nei colori da indossare: lo sappiamo, lo risappaimo, ma la tentazione è sempre dietro l’angolo.
Potrà sembrare strano ma l’accostamento meno pericoloso è quello composto da due colori perché, tranne rari casi, in linea generale è difficile sbagliarsi.

LIVELLO ESPERTO: MONOCROMO

Il look composto da un solo colore è sicuramente molto interessante ma anche il più rischioso: avere in armadio o comprare capi dello stesso identico colore o è un’impresa quasi impossibile, soprattutto se si tratta di colori non basic e tessuti molto differenti; ricordati che ci sono miriadi, ad esempio, di rossi (carminio, magenta, mattone, porpora, etc…), altrettanti lavaggi e bagni (ogni tintura è diversa da un’altra e può capitare che addirittura capi uguali risultano di colori impercettibilmente differenti) e che ogni tessuto riflette la luce e quindi il colore in maniera diversa, ragion per cui non è detto che lo stesso colore sulla lana risulterà uguale sulla pelle o sul velluto.

Il mio consiglio è, se proprio muori dalla voglia di creare un outfit monocromo o color-block, di fare attenzione che i colori siano davvero identici oppure optare per un look composto da capi della stessa tinta ma di sfumature diverse (… o forse questo è ancora più arduo?).


Se decidi quindi per il total white non mettere insieme pantaloni panna e maglia bianco ottico, oppure, per il total red non mettere insieme un top aragosta con un sotto fragola. Se ti chiedi perché, fai una prova e lo scoprirai.

MONOCROMO – Img via Pinterest
MONOCROMO CON SFUMATURE DIVERSE – Img via Pinterest

LIVELLO INTERMEDIO: 2 COLORI

Accostare due colori è la scelta più facile se non si è sicuri di voler azzardare; sì, ci sono anche abbinamenti ardimentosi e, soprattutto per questo autunno/inverno 2021-2022, si vedono COLOR BLOCK OUTFIT che fino a poco tempo fa non avremmo azzardato se non in passerella.


Se vuoi indossare un colore acceso o molto saturo senza commettere orrori, accostalo ad un neutro (bianco, nero, cammello, beige, etc…).

1 COLORE ACCESO + 1 COLORE NEUTRO – Img via Pinterest

In alternativa scegli colori complementari e cioè opposti sul CERCHIO CROMATICO (se ti interessa un articolo più specifico su come accostare i colori scrivimelo nei commenti).

COLORI COMPLEMENTARI SATURI – Img via Pinterest

Se non ti va di azzardare colori troppo accesi opta per complementari ma meno saturi.

COLORI COMPLEMENTARI MENO SATURI – Img via Pinterest

Direi di fermarci qui con i colori altrimenti l’articolo diventa monotematico ma se ti interessa approfondire l’argomento accostamento colori in base al CERCHIO CROMATICO lasciami un commento 😉

Spero che questo articolo ti possa essere utile, se ti va seguimi su InstagramPinterest e Facebook e continua a leggere e commentare il mio blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *