MID SEASON SALES: Acquistare durante i saldi di mezza stagione e vendere ciò che non ci piace più su app.

Saldi di mezza stagione. Come approfittare delle Mid Season Sales, vendere i capi che non indosso più su Depop più 5 capi che ho messo nel carrello e che sto per acquistare.

Qualche settimana fa parlavo di colpi di fulmine e innamoramenti improvvisi per capi che, fino a quel momento, non avrei degnato di uno sguardo. Solitamente si tratta di pezzi molto particolari, fantasie passeggere o decisioni last minute su abiti che, con buona approssimazione, la prossima stagione saranno già passati moda. Quindi la domanda è: come faccio a togliermi uno sfizio per un capo che magari tra un po’ non userò più ed evitare, tra qualche tempo, il senso di colpa?

Fustigazioni a parte la risposta è duplice: MID SEASON SALES e APP DI VENDITA.

Snoccioliamo la questione.
Ci sono parecchi pezzi “passeggeri”, quelli che utilizzerò per poco più di una stagione perché magari adesso sono all’ottavo mese di gravidanza, perché sto acquistando il vestito per una cerimonia e so che non lo indosserò più o semplicemente perché la moda è fugace e ci si stufa presto; per tutti questi casi c’è solo un consiglio: andare sul low-cost. Come accennavo nel frontespizio In my Closet, oltre ai negozi in frachising tipo H&M o Zara, mi piace spulciare le app plurimarche e la mia preferita è ASOS; tuttavia, anche i negozi in cui potrei recarmi di persona fanno spesso offerte speciali che propongono solo in app o di cui si può usufruire se si è iscritti. H&M Club, per dirne una.
Tralasciando il fatto che sull’applicazione si trovano tutti i capi della collezione mentre in negozio solo una parte (per ovvi motivi di spazio e di richiesta, immagino), proprio nelle settimane correnti, c’è il ricambio collezioni: Marzo/Aprile sono i mesi a cavallo tra l’inverno e la primavera e gli store propongono delle promo speciali sui capi pesanti per dare spazio, via via, a quelli leggeri.

Personalmente ho acquistato a circa il 50% due capi su app H&M che altrimenti non avrei mai avuto il coraggio di prendere: un MAGLIONE OVER ROSSO (se spulci il mio Instagram vedi le foto… è bellissimo!) e i tanto discussi STIVALETTI LEOPARDATI che mi facevano paurissima (li ho presi tipo mezz’ora fa quindi posterò le foto tra qualche giorno).

Per anni ho sottovalutato le fidelity card pensando fossero solo giochi da pusher per invogliarti a comprare; potenzialmente lo sono ma, in tempi di magra, bisogna rimboccarsi le maniche e giocare d’astuzia! Le aziende conoscono il nostro punto debole (portafogli e shopping) e, a tal proposito, propongono carte fedeltà, raccolte punti e articoli in promozione in modo da invogliare chi non è Paperon de’ Paperoni.
Il mio consiglio è di scaricare queste applicazioni, bazzicarle di tanto in tanto e inserire nei preferiti anche quella gonna fucsia che non hai mai avuto il coraggio di comprare perché, forse, a 10€ un pensierino lo merita.

 So già il quesito che stai per sollevare: come faccio a sapere se ciò che sto per acquistare mi sta bene o no?

Questo è un punto su cui ci sarebbe tanto da discutere perché ammetto che non tutti sono kamikaze come me e non tutti si fidano di comprare un capo senza averne testato la vestibilità (giusto, anzi, giustissimo!). Per aggirare il problema ci sono diversi escamotage: nel caso di negozi che abbiamo sottomano o di cui abbiamo già dei capi è facile, ad esempio io so che la 36 EU dei pantaloni di Zara mi cade perfetta quindi, se devo acquistare in app vado sul sicuro; altro sistema che spesso molti sottovalutano è (scoperta dell’acqua calda!) leggere le recensioni: personalmente sono una grande fan delle recensioni (soprattutto su Amazon): quale miglior modo per capire se il prodotto che vogliamo acquistare è realmente come viene presentato se non da qualcuno che ce l’ha già? Infine, per i pionieri, affidarsi alla guida alle taglie presente su ogni app è un’altra risposta ed è quindi più facile rendersi conto della vestibilità.

Altra cosa che sento di doverti consigliare è la politica dei resi: quando non sono sicura di un capo mi assicuro sempre, prima di cliccare “ACQUISTA”, che sia possibile fare il reso o cambiare l’articolo: mi è capitato con dei mocassini New Look su Asos che calzavano molto grandi: all’interno del pacco c’era già il prestampato da applicare sulla scatola per dare l’articolo indietro.

E quando quel capo non ci ispira più? Niente di più semplice: esistono le app di vendita!!!
Io, ad esempio, utilizzo DEPOP dove puoi caricare foto e video di ciò che vuoi vendere, inserire una descrizione e decidere prezzo e modalità di consegna (spedizione o consegna a mano); il pagamento si svolge tramite app e tramite PayPal quindi si è tutelati se si dovesse incappare in furfanti (chi usa ancora la parola furfanti?)! Oltre Depop ci sono tantissime altre applicazioni tramite cui vendere gli abiti che non vogliamo più, basta solo “chiedere a Google”, altrimenti, vecchio come il mondo, lo scambio con gli amici: organizza uno Swap-party dove ognuno porta qualcosa a cui da un valore e lo scambia con qualcosa degli altri partecipanti!


Ecco la parte che preferisco: i CONSIGLI PER GLI ACQUISTI.

2 Replies to “MID SEASON SALES: Acquistare durante i saldi di mezza stagione e vendere ciò che non ci piace più su app.”

  1. Greetings! Very helpful advice within this article! It’s the little changes
    that produce the most significant changes. Many thanks for sharing!

    fodboldtrøjer børn LatoyaVil Köpa Fotbollströjor BetteWeat
    TodYzcnmw Manchester United Tröja KitviVmms

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *